Amministrazione

Bussola della Trasparenza

Amministrazione Trasparente

Disposizioni generali

Programma per la Trasparenza e l'Integrità

Atti generali

Oneri informativi per cittadini e imprese

Organizzazione

Organi di indirizzo politico-amministrativo

Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Articolazione degli uffici

Telefono e posta elettronica

Consulenti e collaboratori

Personale

Incarichi amministrativi di vertice

Dirigenti

Posizioni organizzative

Dotazione organica

Personale non a tempo indeterminato

Tassi di assenza

Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti

Contrattazione collettiva

Contrattazione integrativa

OIV

Bandi di concorso

Performance

Piano della Performance

Relazione sulla Performance

Ammontare complessivo dei premi

Dati relativi ai premi

Benessere organizzativo

Enti controllati

Enti pubblici vigilati

Società partecipate

Enti di diritto privato controllati

Rappresentazione grafica

Attività e procedimenti

Dati aggregati attività amministrativa

Tipologie di procedimento

Monitoraggio tempi procedimentali

Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati

Provvedimenti

Provvedimenti organi indirizzo-politico

Provvedimenti dirigenti

Controlli sulle imprese

Bandi di gara e contratti

Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici

Criteri e modalità

Atti di concessione

Bilanci

Bilancio preventivo e consultivo

Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio

Beni immobili e gestione patrimonio

Patrimonio immobiliare

Canoni di locazione e affitto

Controlli e rilievi sull'amministrazione

Servizi erogati

Carta dei servizi e standard di qualità

Costi contabilizzati

Tempi medi di erogazione dei servizi

Pagamenti dell'amministrazione

Indicatore di tempestività dei pagamenti

IBAN e pagamenti informatici

Opere pubbliche

Pianificazione e governo del territorio

Informazioni ambientali

Interventi straordinari e di emergenza

Altri contenuti

Prevenzione e repressione corruzione - L. 190/2012

Prima Pagina

« Indietro

Completato l'adeguamento della toponomastica e dei numeri civici

Attribuiti i toponimi storici alle strade vicinali e consorziali

A Dovadola si sono conclusi i lavori per la messa a norma della numerazione civica e della toponomastica in tutto il territorio comunale, un intervento indispensabile per adeguarsi alle disposizioni di legge con particolare riferimento agli indirizzi ancora legati all'antica numerazione dei poderi che dovevano essere obbligatoriamente ricompresi nelle effettive aree di circolazione e dotati di un toponimo stradale univoco. A tale proposito la circolare dell'Istituto Nazionale di Statistica del 2014 è molto puntuale e precisa ed è volta a far sì che questi aggiornamenti abbiano una ricaduta positiva su molti aspetti della vita dei residenti: dall'iscrizione all'anagrafe e allo stato civile, all'esatta iscrizioni nei ruoli di riscossione delle tasse, alla facilitazione dell'individuazione delle residenze da parte delle aziende che forniscono servizi come Hera, Enel, Poste. Per ottemperare alle disposizioni vigenti è stato necessario eseguire, in via preliminare, un censimento di tutte le unità immobiliari del paese per individuare i numeri civici mancanti, o rotti, e le strade prive di una corretta denominazione.
"Alle vie di uso pubblico della rete stradale "minore", quella consorziale e vicinale, informa il sindaco Gabriele Zelli, sono stati attribuiti i toponimi storici da sempre in uso e che nella conoscenza popolare individuano un luogo ben preciso. Si è messa in risalto in questo modo una parte di storia del territorio dovadolese. Non poteva essere diversamente perché le nuove intitolazioni rievocano i nomi dei vecchi poderi, di eventuali attività che in alcuni luoghi vi si svolgevano in passato, oppure la presenza di antichi luoghi di culto. Queste sono le nuove intitolazioni: Burrone, Fornaci Vecchie, Badignano, Marzano, San Ruffillo, Pittarola, Monte Aguto, Meleto, San Martino in Avello, Valle, Villa Renosa, Greppi, Casaccie, Pallareto, Montepaolo, del Giallo, Casella, Vigula, Casetto del Piano, Canova Marvelli, Canova Schiavina, Treggiolo".
Per la numerazione civica si è proceduto con all'apposizione di numeri interni e esterni in modo da distinguere le singole unità immobiliari mentre precedentemente la situazione era determinata da complessi immobiliari con un unico numero civico. Con questo intervento, oltre agli scopi sopraindicati, si raggiungono altri obiettivi, come il reperimento tempestivo dei residenti ed utilizzatori di immobili soprattutto in caso di urgenze  facilitando l'intervento del 118, delle Forze dell'ordine, dei Vigili del Fuoco, della Guardia medica, ecc.
"I nuovi numeri civici e le tabelle odonomastiche, evidenziano il vice sindaco Kabir Canal e l'assessore Marco Carnaccini, recano il simbolo del Comune, il giglio rosso che da sempre ha caratterizzato la Repubblica di Firenze e la città di Dante, essendo stato il paese di Dovadola territorio della Romagna Toscana fino al 1923".


Comune di DOVADOLA

Immagine Paese Dovadola

Il Comune di Dovadola

Come raggiungerci...